sabato 10 gennaio 2009

Cessate al fuoco che....?


L'esercito israeliano ha avvertito i palestinesi residenti nella Striscia di Gaza che «la terza fase della guerra al terrorismo sta per iniziare». Questo, scrive il sito web dello Yedioth Ahronoth, il testo dei volantini che ancora una volta l'aeronautica con la stella di David ha disperso sul territorio dell'enclave costiera che preannuncia l'escalation dell'offensiva di terra contro Hamas anche nelle aree urbane, autorizzata giovedi dal gabinetto di guerra. Le artiglierie israeliane non hanno taciuto oggi nemmeno durante le tre ore di tregua umanitaria che stamane erano state confermate da Israele per consentire alla popolazione palestinese di rifornirsi di viveri e altri generi di prima necessità. Lo ha riferito l'agenzia Ansa, che cita testimoni sul posto, i quali confermano che tra le 13 e le 16 (ora italiana) si sono uditi distintamente numerosissimi colpi d'artiglieria israeliana.
Fonte : Il sole 24 ore
Non nutrivo molte speranze che israele si ritirasse dopo il cessate il fuoco chiesto dalle nazioni unite, e le ultime notizie confermano le mie perplessità... Certo neanche Hamas sta dando una grande mano al suo popolo, fazioni palestinesi con base in Siria, tra cui Hamas, hanno fatto sapere di essere contrarie al dispiegamento di truppe internazionali nella Striscia di Gaza e hanno respinto la risoluzione dell'Onu che chiede un cessate il fuoco. In questa terribile storia la mia posizione è stata sempre chiara, Israele sta facendo un massacro, ma di fronte ad una situazione così spaventosa non servono proteste a senso unico. E' certamente necessario gridare al Governo israeliano di fermarsi e soprattutto che vengano fermati i massacri! La reazione israeliana alla rottura della tregua è stata spropositata e aggressiva, come pure è criminoso l’uso da parte dell’esercito israeliano di armi di distruzione di massa quali il fosforo bianco e l’uranio impoverito. Ma bisogna anche gridare ad Hamas che sono degli irresponsabili, che rompere la tregua e ricominciare il lancio dei missili per colpire civili israeliani ha solo consegnato migliaia di civili palestinesi inermi al fuoco e alle bombe dell'esercito con la stella di David. Qui c'è Hamas da una parte e Israele dall'altra, e in mezzo centinaia di civili palestinesi massacrati...Per il bene del proprio popolo Hamas dovrà fare un passo indietro e Israele fermato , con la forza se è necessario... Mai una gioia...


2 commenti:

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Abbiamo dato seguito ad una iniziativa che da ieri si sta diffondendo in rete,il boicottaggio delle merci israeliane è probabilmente l'unica reazione importante che possiamo fare contro l'attuale politica degli stessi.

Ciao,&& S.I. &&

pierprandi ha detto...

@Ivo Potrebbe essere un modo per mandare un segnale a Israele. Ma che produce il paese sotto le insegne della stella di David, a parte morti...? Sarebbe utile un elenco dei prodotti, che renderebbe l'iniziativa più efficace e diretta. A presto

Related Posts with Thumbnails