martedì 2 dicembre 2008

A Reggio Emilia il Premio “Città Amiche della Bicicletta”



È Reggio Emilia la vincitrice dell’edizione 2008 del Premio nazionale “Città Amiche della Bicicletta”, promosso da Euromobility in collaborazione Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), Aicc (Associazione Italiana Città Ciclabili), Fci (Federazione ciclistica italiana), Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori) e Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente, per valorizzare le migliori iniziative realizzate nel campo della mobilità ciclabile. Il Comune di Reggio ha partecipato alla selezione con il progetto “Reggio a pedali”, un grande piano di promozione dell’utilizzo della bicicletta che si articola in diverse azioni: il Bicicplan, il piano ciclistico comunale che implementa la rete delle piste ciclabili e le suddivide in 12 percorsi portanti (ciclovie), 3 percorsi anulari e 7 percorsi verdi (greenway) interconnessi (dal 2004 i chilometri ciclabili sono passati da 108 a 148, l’obiettivo è di raddoppiare questa cifra nei prossimi 10-15 anni); istituzione di zone 30 per la moderazione della velocità dei veicoli a motore e la creazione di aree in cui le biciclette possono circolare anche in senso opposto a quello di marcia (ad esempio nel centro storico della città); l’attivazione di PedalaRE, servizio automatizzato di noleggio biciclette condivise (bike sharing) organizzato in 13 postazioni per un totale di 133 biciclette; il servizio Bicittà per il deposito, il noleggio e la manutenzione biciclette normali ed elettriche a pedalata assistita attraverso diversi Bicipoint sparsi in città; servizio di pronto intervento bici (manutenzione a domicilio) e progetto Bicisicura per il contrasto del furto biciclette (etichettatura indelebile e copertura assicurativa gratuita). “Reggio a pedali” comprende inoltre numerose iniziative di sensibilizzazione all’utilizzo della bicicletta e i progetti per bambini e ragazzi BiciBus e Raccogliamo miglia verdi dedicati a spostamenti sostenibili nei tragitti casa-scuola. Dal 2003 il Comune di Reggio si è inoltre dotato di un apposito ufficio dedicato alla mobilità ciclabile. Beh oggi faccio uno strappo alla regola e dico : GIOIA,GIOIA,GIOA!!!

2 commenti:

Ivo Serentha and Friends ha detto...

L'Emilia-Romagna è da tempo all'avanguardia nella movimentazione in bici,con le protezioni di tale uso con appropriate piste ciclabili,anche a Torino i progetti sono visibili,ma c'è parecchio da migliorare,soprattutto manca il rispetto di queste vie e degli stessi ciclisti,con posteggi selvaggi ed una certa insofferenza da parte degli automobilisti verso chi pedala.

Saluti,Dalida

grillo parlante ha detto...

Sono stato un paio di volte a Reggio e devo dire che tolta la zona stazione, è una città molto vivibile, un saluto

Related Posts with Thumbnails