giovedì 9 luglio 2009

Rallegratevi...! Torna il costoso,inutile e pericoloso nucleare...


Con 154 voti a favore, un voto contrario, un astenuto e il fallito tentativo di Pd e Idv di far mancare il numero legale lasciando l'aula, il Senato ha approvato in via definitiva il ddl sviluppo. Il passaggio più importante del provvedimento diventato legge dopo quattro letture riguarda il nucleare. Entro 6 mesi dall'entrata in vigore della legge, il governo deve adottare uno o più decreti legislativi per la localizzazione sul territorio nazionale degli impianti e dei sistemi di stoccaggio e deposito dei rifiuti
radioattivi. Altri aspetti chiave del ddl sviluppo sono il ritorno della class action (anche se non sarà retroattiva ed entrerà in vigore non prima del gennaio 2010) e il ripristino dei fondi per l'editoria (140 milioni in due anni che vengono coperti con un aumento della Robin tax). FONTE : REPUBBLICA.IT

Ci siamo, l'incubo sta diventando realtà il nucleare è pronto a sbarcare di nuovo in Italia... Il nucleare, una scelta che sottrae risorse a obiettivi urgenti, come investire sull' efficienza energetica, sullo sviluppo delle fonti rinnovabili a cominciare dal solare visto che un paese poco soleggiato come la Germania produce il doppio o forse il triplo di energia rispetto a noi sfuttando la nostra amata stella.... Importante sarebbe anche promuovere l'innovazione tecnologica, che in tempi enormemente piu' brevi consentirebbe di abbattere le emissioni che alimentano i mutamenti climatici, di ridurre sensibilmente la nostra dipendenza energetica dall'importazione di petrolio, di accrescere la competitivita' delle nostre imprese,di alleggerire le bollette a carico delle famiglie.... Invece no! Per noi ci saranno tante belle centrali nucleari di vecchia generazione con i relativi problemi di smaltimento delle scorie e costi esorbitanti visto che l'uranio e sempre più scarso e costoso.... Mai una gioia.... HASTA SIEMPRE!

8 commenti:

Matteo ha detto...

La Germania non solo sta investendo nell'eolico, ma sta anche uscendo dal nucleare.
Vent'anni fa eravamo il primo paese a uscire dal nucleare.
Oggi, contro la volontà popolare che si era pronunciata con un referendum, siamo l'unico paese a tornarvi.
E' la sintesi del declino sociale e culturale dell'Italia.

Andrew ha detto...

non si arrendono a quanto pare

lozirion ha detto...

VERGOGNAAA!!!!!!!

Hasta Siempre comandante! Qui ci vorresti davvero tu....

Crocco1830 ha detto...

Un nucleare che sarà imposto manu militari e con un'agenzia sulla sicurezza nucleare inadeguata, come ho scritto anche nel mio post. Insomma un bello schifo!

il Russo ha detto...

Yuppyyyyyyy!!!!!

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Tutto ciò fa capire quanto il popolo italiano ami il proprio papi,perchè anche i muri sanno e sapevano dell'intento,nonostante che i sondaggi fossero a maggioranza negativi verso questa prospettiva,la crocetta anche negli ultimi tempi non è mancata,solo qualche ponzio pilato se n'è lavato le mani.

Come si suol dire,prendiamo e portiamo a casa,tanto l'opposizione è una nullità in una parte,e gli altri,quelli più a sinistra litigano anche sul nulla.

Buon week ugualmente,tanto questo paese è uno schifo e tale rimarrà.

&& S.I. &&

Pierprandi ha detto...

@Matteo Concordo, andiamo controcorrente...Masochismo puramente italiano...

@Andrew Quando se ne parlò qualche mese fa pensavo fosse l'ennesima sparata pre-elettorale ed invece...

@Lozirion Sicuramente manca un leader vero..

Pierprandi ha detto...

@Crocco Concordo caro crocco...Un bello schifo. Hasta la vista!

@Il russo Non vedevi l'ora vero....? Ma il Papi ti ha accontentato... Hasta siempre!

@Ivo I tempi per una svolta concreta non sono ancora maturi... Intanto il Nano fa disastri....

Related Posts with Thumbnails