domenica 26 aprile 2009

26 aprile 1986


Era la notte del 26 aprile 1986 la centrale nucleare di Chernobyl in Ucraina, ai confini con la Bielorussia, esplose, provocando un disastro immane. Una nube radioattiva ricoprì vaste aree intorno alla centrale. Furono evacuate 336.000 persone. Secondo i rapporti ufficiali vi furono 65 morti accertati e 4.000 presunti. Presunti perché è difficile associare quanti sono i morti in seguito per leucemie e tumori causati dalla nube radioattiva. Fonti "ufficiose" dicono che i morti presunti raggiungono una cifra compresa fra 30.000 e 60.000.
La nube radioattiva, raggiunse l’Europa orientale, la Finlandia e la Scandinavia, e ovviamente anche l'Italia. Ancora oggi a distanza di 23 anni da quella catastrofe, quello delle vittime per gli effetti a lungo termine delle radiazioni assorbite, è un numero difficilmente quantificabile.
Per chi è "invidioso" di tutto questo, dico, stia tranquillo nel 2020 anche noi avremo la nostra centrale....Mai una gioia... Hasta siempre!

12 commenti:

il monticiano ha detto...

Purtroppo ricordo perfettamente quei giorni e le manifestazioni che seguirono.
Ho qui alle mie spalle, incollati al muro,due piccoli post:uno della Lega ambiente inerente la manifestazione del 10 maggio (di quell'anno) con su scritto "l'unica
che abbiamo" (riferimento alla terra)e "NO AL NUCLEARE"; l'altro dell'Unità con una vignetta di Staino e un barbuto che dice "aridatece l'insalata".
Dovrei riproporli agli attuali
governanti.

Aride ha detto...

No al nucleare, oggi come allora...

paoladany ha detto...

Siamo in molti a dire NO al nucleare, ma nessuno nemmeno ce lo chiede! Fanno ciò che vogliono... purtroppo.

ps: grazie per il tuo commento da me, mi ha fatto enormemente piacere.
Paola

luly ha detto...

Leggevo, in giro per la rete,che non più tardi di un mese fa l'Abruzzo si fosse proposta come possibile sede di una centrale nucleare...è possibile?!?
Riporto qui alcune righe dal sito www.baseverde.org:
"Il Consiglio regionale abruzzese ha bocciato la Risoluzione presentata dal consigliere regionale Walter Caporale de “La Sinistra, Verdi-Sd” e sostenuta dal Partito Democratico, da Italia dei Valori, dai Comunisti Italiani e da Rifondazione Comunista. La risoluzione chiedeva di dichiarare l’Abruzzo regione denuclearizzata e di comunicare al Governo Berlusconi l’indisponibilita’ ad ospitare una centrale nucleare e siti di stoccaggio di materiale radioattivo nella nostra Regione. Ora l’Abruzzo, in accordo con Berlusconi, potra’ decidere di accogliere una centrale nucleare! Vergogna! La Regione, polmone Verde d’Europa, sede di meravigliosi Parchi Nazionali, rischia di perdere migliaia di posti di lavoro derivanti dal turismo, dall’agricoltura, dalla produzione di vino. Oggi e’ un giorno triste per l’Abruzzo!”
E adesso, con quel che è accaduto lì in Abruzzo,come si andrà avanti?
A presto.

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

1)Esattamente come ti ha scritto Monty,io li ricordo quei giorni molto bene,abbastanza grande per capire quale fosse il pericolo a cui ci avevano sottoposto,ma abbastanza lontana per non essere colpiti??chi lo sa,forse i nostrti cervelli ,in fondo è da allora che sono "in acqua"chissa'.....

2)Ho fatto di tutto per esserci anche il 25 aprile,con la morte nel cuore ma c'ero anch'io,in disparte ma non potevo perdermi la minfestazione!
ciao Pierpra,ti ringrazio della solidarieta'.

3)p.s. scusami se t'ho citato nel post ma era doveroso!!
gabrybabelle

pierprandi ha detto...

@Il monticiano Caro Aldo da tempo sostengo che gran parte degli Italiani ha la memoria corta..Un abbraccio a presto

@Aride Assolutamente si vecchio mio, NO AL NUCLEARE!!! Hasta siempre!

@Paola La condivisione e la consultazione non fanno parte di questo governo...Un caro saluto

pierprandi ha detto...

@Luly Che c'è di strano...? Tutte le grandi opere proposte dal Nano poggeranno su terreni instabili...(Vedi il ponte sullo stretto...). Siamo nelle mani di un folle! A presto

@Gabry hai tempi avevo 13 anni ma ricordo perfettamente quei giori..E per questo mi batterò sempre contro il nucleare. gabry puoi citarmi ogni volta che vuoi, mi fa solo piacere.. Su di morale, rivoglio presto la mia gabryellina, pungente e grintosa. Un abbraccio

il Russo ha detto...

Ahò, ma sei pazzo a ricordare sta storia???? Ma lo sai che mò lo vado a dire al movratore che s'è comprato le centrali nucleari di seconda mano da sarkozy e ti mette a posto lui, altrochè festa della Libertà (perchè mò s'è preso anche quella...).

il cuoco ha detto...

L'unica speranza è che prima el 2020 qualcuno decida di lascaire la politica in mano ad uomini puliti, onesti econ un bel po dio sale in zucca.....
Esistono politici cosi?
La speranza èl'ultima a morire e purtroppo chi vive sperando muore non.... non si puo dire
Ciao

l'incarcerato ha detto...

Io ho il timore che se si dovesse riproporre un referendum, la massa voterebbe a favore...però spero di sbagliarmi!

sytry82 ha detto...

Cernobil è l'esempio di come sia distruttiva l'indifferenza, il menefreghismo e la burocrazia del potere ... i sistemi di sicurezza erano praticamente inesistenti.

pierprandi ha detto...

@Russo Non lo faccio più... "Promesso"....Ma non lo dire all'uomo nero...HASTA SIEMPRE!!!!!

@Il cuoco politici onesti e con sale in zucca....? Estinti ormai da vent'anni...A presto

@L'Incarcerato Inck ho il tuo stesso timore...Gli italiani hanno ormai il cervello bollito...

Related Posts with Thumbnails